Il racconto breve

Aggiornato il: mar 2


Carta bianca alle parole.

con Franca Cribari

DESCRIZIONE DEL CORSO

Il territorio della narrazione è pieno di strade impervie, di trappole, in cui è facile cadere se non si conosce il modo per aggirarle. E i modi ci sono. Dopo il percorso sulla scrittura autobiografica, in questo secondo livello, impareremo quanto la lettura e l’analisi di un testo siano fondamentali se si vuole affinare l’arte della narrazione. Ci concentreremo sul racconto breve, una storia che inizia e finisce nel tempo di un solo sguardo. Lo faremo a pezzi e ne studieremo gli ingranaggi, così affronteremo la pagina bianca seguendo i passi di quanti, quel “territorio del diavolo”, come lo chiamerebbe Flannery O’Connor, lo hanno già attraversato. Sarà anche un’educazione alla lettura, come passaggio obbligato verso una scrittura più consapevole. Stephen King, che non è certo uno sprovveduto, sostiene: “La lettura è il centro creativo della vita di uno scrittore. […] Leggere a tavola è considerato maleducato nella buona società, ma se volete aver successo come scrittore, l’educazione deve essere almeno al secondo posto nella vostra scala delle priorità. Al gradino più basso è bene che stia la buona società e ciò che si aspetta da voi. Se intendete scrivere in totale onestà, i vostri giorni come membro della buona società sono comunque contati”.

Attraverso le parole dei grandi autori che ci hanno preceduto, italiani e stranieri, approfondiremo la struttura del racconto, la costruzione delle scene, dei dialoghi, gli equilibri che tengono in piedi una storia, lavoreremo sulla voce e sullo stile, che non sono la stessa cosa. Studieremo i percorsi da seguire e i problemi da evitare, perché basta una distrazione, o una semplice ingenuità, per far crollare una storia. Ecco perché lavoreremo sulle parole: il segreto di una buona scrittura è spogliare ogni frase del superfluo. Il superfluo è la malattia della scrittura. Una frase chiara non è un caso e se scrivere vi sembra una cosa difficile è perché è proprio così.

La scrittura richiede tempo, pazienza e impegno. Questo corso sarà la vostra palestra. Scalderemo i muscoli leggendo, poi scriveremo fino a farci venire i calli alle dita.

Il laboratorio prevede una parte teorica e una parte pratica, con il ricorso a materiali che stimoleranno il lavoro individuale e collettivo.

Il corso si concluderà con la realizzazione di un elaborato. Seguiranno lettura in classe ed editing.



SCHEDA DEL CORSO

Obiettivo del corso:

Costruire l’ossatura di un racconto.

Materiale

Fogli, penne e tanto amore per le parole.

Docente: Franca Cribari

N.B. Si prevede un incontro a settimana.

TEMPI

Durata: n° 10 incontri di n° 2 ore ciascuno.

Orario: 18.00-20.00 ( possibile variazione in base alle esigenze degli allievi, esempio, 18.30 - 20.30)

Numero iscritti: gruppi di max 10 persone

LUOGO - Il Laboratorio si svolgerà presso la sede di Teatrozero sita in via Monte san Michele n° 5, a Cosenza.

CONTRIBUTO ASSOCIATIVO

QUOTA DI ISCRIZIONE = TESSERA/E + CONTRIBUTO DI PARTECIPAZIONE

TESSERA ASSOCIATIVA ANNUALE :

Tessera Associativa, ANNO SOLARE DI INIZIO ATTIVITA', Euro 20,00 +

Tessera Associativa, ANNO SOLARE SUCCESSIVO ( solo se il corso si sviluppa su due anni solari ), Euro 20,00

CONTRIBUTO ASSOCIATIVO DI PARTECIPAZIONE AL CORSO:

Totale euro 210,00. Rateizzazione del contributo associativo in n° 3 quote mensili di Euro 70,00.


NOTE:

- ALLA FINE DEL CORSO SARA' RILASCIATO UN ATTESTATO.

- IL CORSO SI ATTIVA GRAZIE ANCHE ALLA TUA ADESIONE ED AL TUO IMPEGNO A VERSARE UN CONTRIBUTO ECONOMICO. LE RATE NON SONO DA CONSIDERARSI RELATIVE ALLA TUA PRESENZA O MENO AL CORSO. IN CASO DI TUO ABBANDONO DURANTE IL PERCORSO, O DI TUE ASSENZE, CI SPIACE, SEI TENUTO COMUNQUE A VERSARE PER INTERO IL CONTRIBUTO ASSOCIATIVO TOTALE RELATIVO AL CORSO O AL MODULO AL QUALE TI SEI ISCRITTO.

PER OTTENERE INFORMAZIONI O PER ISCRIZIONI, CHIAMA O INVIA UN MESSAGGIO AL 3201435340 E SARAI RICONTATTATA/O, OPPURE CLICCA QUI.

POTREBBE INTERESSARTI ...

LA SCRITTURA SENSORIALE

I CINQUE SENSI E LA MEMORIA –

con Franca Cribari.

Scrivere vuol dire dare un corpo alle nostre emozioni. Ecco perché chi scrive deve essere, prima di tutto, non solo un buon osservatore, ma qualcuno in grado di assorbire e percepire la realtà circostante per imprimerla poi nella memoria. La memoria sensoriale ci restituisce, a distanza di tempo, dettagli che pensavamo di aver perduto: il profumo dell’erba tagliata, il suono del campanello di una bicicletta, il pulviscolo che si muove in una striscia di luce, il sapore del sugo fatto in casa, la ruvidità di un foglio di carta da disegno; ogni volta che usiamo i sensi, registriamo una percezione, e sono i sensi che la imprimono nella memoria che, a sua volta, riesce a evocarla. La scrittura ci permette poi di dare una forma a quella percezione per poterla raccontare e farla durare. Ricorrere ai sensi, quando si scrive, è fondamentale per dare verosimiglianza alla storia, evitando di cadere in facili sentimentalismi. Uno scrittore deve, attraverso le parole, restituire a chi legge il mondo nella sua interezza, e ciò che scrive deve diventare un’esperienza coinvolgente.


Il nostro sarà un percorso graduale in cui addestreremo i sensi. Scriveremo trasformando le emozioni in qualcosa di concreto, attraverso esercizi che stimoleranno i canali sensoriali. Suoni, rumori, profumi, sapori e il contatto con oggetti e persone intorno a noi ci riconnetteranno con il nostro mondo, quello presente e quello perduto.

Un ricordo non è solo un pensiero.

I ricordi sono case in cui torniamo, dove possiamo ancora sentire scorrazzare il bambino che eravamo e il profumo del pomodoro fresco che cuoce sul fuoco.

PER ALTRE INFO CLICCA QUI

POTREBBE INTERESSARTI ...

L’autobiografia. Lo sguardo oltre lo specchio.

con Franca Cribari

La scrittura autobiografica

L’arte di raccontare ha origini lontane, nasce dall’esigenza di intrecciare vite e storie. Ognuno ha la propria e vuole raccontarla: per creare relazioni, costruire ponti, riunire frammenti di ricordi. Ecco il senso dell’autobiografia: un ponte tra la memoria e il futuro, uno strumento per riempire quel tempo che fugge, il presente, dove i ricordi restano sospesi, in bilico, e attendono di essere salvati.

Programma del corso

Analisi ed elaborazione di testi autobiografici. Si illustreranno le tecniche e le metodologie narrative del genere (diari, racconti, lettere, memorie, flussi di coscienza, sogni, fotoracconti); il tutto, supportato da contributi didattici scelti dal docente (l'ascolto di una canzone, la visione di un film, l’analisi di un testo).

Il corso è finalizzato a stimolare la memoria, quindi il passato, per recuperare quei ricordi che, rielaborati, diventano storie, narrazione. L'analisi e la ritrovata consapevolezza di se stessi sono il modo più naturale di raccontarsi e di reinventarsi sconfinando oltre la semplice esperienza al fine di renderla interessante anche per gli altri.

Il laboratorio prevede il ricorso a materiali che stimolino il lavoro individuale e collettivo. Nel corso di ogni lezione verrà richiesto agli iscritti di portare oggetti personali ai quali si è particolarmente legati: una fotografia, un talismano, un libro, ecc. Questi oggetti saranno l'incipit di ogni storia, il punto di partenza da cui ricominciare a raccontarsi.

Si alterneranno momenti di racconto collettivo a esercitazioni individuali. Il corso si conclude con la realizzazione di un elaborato di max 10 cartelle. Seguirà la correzione e il confronto con la classe. Il corso sarà strutturato su tre livelli interattivi:

- significato e valore dell’autobiografia - autobiografia e autofiction - recupero di frammenti di vita come strumenti per la narrazione

N.B. Si prevede un incontro a settimana.

TEMPI

Durata: n° 10 incontri di n° 2 ore ciascuno.

Orario: 18.00-20.00 ( possibile variazione in base alle esigenze degli allievi, esempio, 18.30 - 20.30)

Numero iscritti: gruppi di max 10 persone

LUOGO - Il Laboratorio si svolgerà presso la sede di Teatrozero sita in via Monte san Michele n° 5, a Cosenza.

CONTRIBUTO ASSOCIATIVO

QUOTA DI ISCRIZIONE = TESSERA/E + CONTRIBUTO DI PARTECIPAZIONE

PER ALTRE INFORMAZIONI CLICCA QUI


This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now